Il racconto dell'eredità che Paolo Sandulli custodisce nella Torre a Mare, a Praiano, in Costiera Amalfitana. Alla scoperta della Torre che da anni l'artista ha trasformato nel suo laboratorio di produzione, preservando lo straordinario fascino senza tempo che qui si respira. Un viaggio fra le mura di questo luogo magico, dove passato e presente sembrano essere fusi insieme e il tempo fermo in immobile contemplazione.

anteprima video 2 sandulli

Paolo Sandulli nasce ad Avellino nel 1949. Diploma di maturità classica. Frequenta due anni la facoltà di Architettura di Napoli. Si iscrive al Corso di Pittura di Giovanni Brancaccio presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli, poi per tre anni a Roma con il Maestro Gentilini con cui si diploma in pittura. Continua gli studi alla Ruche di Parigi già residenza-studio di Chagall, Soutine, Archipenko e Viani, dove lavora per cinque anni. Nel 1980 apre uno studio a Napoli e vi rimane per sei anni, lavorando con la Galleria Mediterranea presentato da Paolo Ricci. Poi si trasferisce a Bergamo alla Ca Rossa di Mapello. Dal 1993 vive in Costiera Amalfitana, a Praiano, dove si dedica alla scultura e alla terracotta. Alcune delle sue opere impreziosiscono il giardino del Palazzo Murat di Positano, altre le sale del Syrene Bellevue di Sorrento, il prestigioso ristorante L'ulivo del Capri Palace di Anacapri e altre ancora le ville e la torre dell'isola de Li Galli. Quadri e sculture sono in collezioni private in Italia e all'estero.

 

Lo studio è una delle trentaquattro torri che ancora oggi sono in Costiera Amalfitana. Di forma conica su pianta circolare è coronata da "caditoie" di cui oggi restano soltanto due. La struttura è in pietra calcarea locale e lo spessore dei muri è alla base di circa tre metri e in alto di circa due. Internamente è composta da due vani sovrastanti con volta a cupola. Alla base è collocata una cisterna, mentre per accedere al terrazzo superiore c'è una scala ricavata nello spessore del muro. Da alcuni storici viene identificata come "Torre Assiola" o "Sciola" del 1278, da altri come "Torre a mare" del 1558. Negli anni cinquanta subi' alcune trasformazioni: nel vano terra fu allargata una piccola finestra di guardia che si affaccia sul mare, fu inoltre realizzata un'elegante scala a chiocciola in legno per accedere al piano superiore, dove fu ricavato un piccolo bagno. All'esterno per rendere l'accesso piu' agevole fu costruito uno scivolo e un terrazzo quadrato antistante la porta d'ingresso. Da circa vent'anni la torre è lo studio dell'artista Paolo Sandulli.

 

Un video realizzato in lingua tedesca alla scoperta dell'attività artistica di Paolo Sandulli. Da anni l'artista risiede in Costiera Amalfitana, a Praiano, dove la sua produzione è fiorita nella dimensione a misura d'uomo di questo piccolo paese che sorge a strapiombo sul mare, baciato dal sole e dai frutti di una terra generosa e potente. Qui dove il rapporto fra uomo e ambiente non è ancora stato contaminato.

anteprima video 1 sandulli

Paolo Sandulli nasce ad Avellino nel 1949. Diploma di maturità classico. Frequenta due anni la facoltà di Architettura di Napoli. Si iscrive al Corso di Pittura di Giovanni Brancaccio presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli, poi per tre anni a Roma con il Maestro Gentilini con cui si diploma in pittura. Continua gli studi alla Ruche di Parigi già residenza-studio di Chagall, Soutine, Archipenko e Viani, dove lavora per cinque anni. Nel 1980 apre uno studio a Napoli e vi rimane per sei anni, lavorando con la Galleria Mediterranea presentato da Paolo Ricci. Poi si trasferisce a Bergamo alla Ca Rossa di Mapello. Dal 1993 vive in Costiera Amalfitana, a Praiano, dove si dedica alla scultura e alla terracotta. Alcune delle sue opere impreziosiscono il giardino del Palazzo Murat di Positano, altre le sale del Syrene Bellevue di Sorrento, il prestigioso ristorante L'ulivo del Capri Palace di Anacapri e altre ancora le ville e la torre dell'isola de Li Galli. Quadri e sculture sono in collezioni private in Italia e all'estero.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2